Parassiti Esterni

I Parassiti Esterni o Endoparassiti del cane e gatto più importanti sono: Pulci, Zecche, Pidocchi e Acari. 

 

PULCI: Questi piccoli, quasi invisibili insetti possono rendere la vita infelice e disturbare la nostra casa con un circolo vizioso di morsicature e prurito. Sono piccoli insetti ematofagi obbligati (mangiatori di sangue) e privi di ali. Svolgono un ciclo biologico di uova-larve-pupe-adulti e una femmina adulta di pulce può deporre fino a 50 uova al giorno che si possono nascondere in qualsiasi zona della nostra casa. Le pulci sono responsabili di eritemi, papule, gonfiore nel sito di puntura e il prurito che possono determinare può essere talmente intenso che l’animale si può causare lesioni secondarie legate all’autotraumatismo. Ricordiamoci inoltre che le pulci possono essere responsabili anche di dermatiti: la dermatite allergica da pulce e essere portatrici di altri parassiti come Dyplidum Caninum (cestode-verme piatto) o altre malattie infettive come la Rickettsia (batterio).

ZECCHE: sono insetti molto piccoli che possono attaccarsi all’animale e nutrirsi del suo sangue fino a riempirsi. Prosperano in ambienti con umidità elevata e temperature moderate e possono trovarsi ovunque. Il ciclo biologico presenta quattro stadi: uovo, larva, ninfa adulto e la durata media della loro vita è relativamente lunga e ciascuna femmina fecondata può produrre diverse migliaia si uova. Non sono presenti evidenti segni clinici dovuti alla puntura da zecca. La reazione locale può variare notevolmente a seconda della sensibilità del soggetto. Bisogna ricordare che sono portatrici di numerose malattie come la Babesiosi, Malattia di Lyme, Rickettsiosi, Anaplasmosi e Erlichiosi.

ACARI: sono piccoli ectoparassiti (meno di 1 mm di lunghezza) responsabili di gravi dermatiti e dermatosi note come rogne, spesso responsabili di notevole disturbo per gli animali. Esistono alcune specie di acari che colpiscono prevalentemente le orecchie (Otodectes cynotis e il Notoedres cati) responsabili anche di gravi otiti essudatizie. Ci sono altri acari (Sarcoptes scabiei e il Demodex canis e cati),  che colpiscono tutto il corpo dell’animale determinando aree alopeciche, ispessimento cutaneo oltre all’intenso prurito che determina fastidio all’animale. 

PIDOCCHI: l’infestazione da pidocchi, anche nota come  pediculosi, è caratterizzata da lesioni cutanee sull’ospite infestato, dovute sia all’attività ematofaga che masticatrice di questi insetti. L’infestazione avviene per contatto fisico diretto e i sintomi principali sono la presenza di pelo danneggiato e secco. Gravi infestazioni possono causare prurito associato a dermatiti e alopecia (perdita di pelo). 

È importante fare diagnosi di ectoparassitosi, è importante altresì distinguere la specie di ectoparassita coinvolto e eseguire il trattamento specifico. 

Sono oggi disponibili numerosi prodotti con diverse modalità di somministrazione e durata e molte molecole di nuova generazione che hanno attività di profilassi contro le infestazioni da ectoparassiti.