Viaggi all'estero

Sempre più spesso i proprietari vogliono trascorrere le vacanze con i propri amici a quattro zampe.

In auto, in treno, in nave e in aereo cani e gatti possono seguirci ovunque: basta informarsi per tempo sui regolamenti che i vari trasporti e le varie Nazioni applicano.

In alcuni paesi ci sono leggi molto severe che prevedono, ad esempio, che il cane venga messo in quarantena in una struttura sanitaria e quindi separato dal proprietario anche per lunghi periodi. 

Occorre, quindi, essere ben informati prima di partire.

È fondamentale portare con sé il libretto sanitario rilasciato dal veterinario sul quale sono riportate tutte le vaccinazioni effettuate all'animale e il numero di identificazione del microchip.

È importante essere a conoscenza degli eventuali agenti patogeni presenti nella zona es. zone a rischio filaria, leishmania, parassitosi esterne e interne etc.  

 

I nostri animali domestici devono essere sempre accompagnati dal proprietario o da una persona che assume la responsabilità per conto del proprietario.

Il Regolamento (UE) 576/2003 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 12 giugno 2013 prevede la necessità dell'identificazione degli animali tramite microchip o eventulamente del tatuaggio, se apposto prima del 03 luglio 2011, e il possesso di uno specifico passaporto individuale rilasciato da un veterinario autorizzato dall'autorità competente.

Per ottenere il passaporto è necessario che il cane, il gatto o il furetto:- abbia il microchip, sia iscritto all'anagrafe veterinaria dell'ASL di zona ed abbia la vaccinazione antirabbica effettuata almeno 21 giorni prima.

 

Chiedi al tuo Medico Veterinario quali sono le norme vigenti nel paese dove vuoi trascorrere la vacanza, quali sono gli eventuali patogeni con cui il tuo amico può venire in contatto e quali sono le profilassi da effettuare prima della partenza.